Tiziano Salvagno
Grezzana - Verona - ITALY

Menu home

HOME

Donate

Simple Freeware Software - Single Page Application - for beginner and expert - no installation - made for personal use and freely available to everybody wants to run it..

Menu offerte

SOFTWARE


CERCHI UN SOFTWARE?

https://www.capterra.it

FATTURE 3.0:
Se fai poche fatture elettroniche semplici, per esempio per il regime dei minimi o forfettari e non vuoi spendere 30 euro all'anno per la Gestione delle Fatture elettroniche online, allora puoi usare il programma FATTURE 3.0 che sto preparando.
Puoi creare la fattura come nella versione 2.0 compilando i campi di Excel ed esportare da programma la fattura elettronica in formato XML.
Sul sito dell'Agenzia delle Entrate puoi creare la fattura importando il file XML creato con Fatture 3.0 e cosi puoi avere una fattura elettronica quasi completa che puoi completare sul sito dell'Agenzia delle Entrate e poi inviarla.
In questo modo anziché compilare da zero tutti i campi, puoi avere già compilati i campi principali del fornitore e destinatario, e risparmiare parecchio tempo.
Io uso questo sistema e mi trovo bene, ma perché per 4 fatture all'anno non vale la pena acquistare il servizio di fatturazione elettronica a pagamento, e soprattutto con quel poco che guadagno non vale proprio la pena.

I programmi sono ottimizzati per la risoluzione full HD 1920 X 1080 e 100 dpi. Per altre risoluzioni ci potrebbero essere dei difetti di visualizzazione che ho cercato di sistemare. Ma non sempre si può avere tutto dalla vita.

LA DEPRESSIONE:
Ho letto un alrticolo di una ragazza di 31 anni che vuole morire perché ha la depressione e lo psichiatra dice che è incurabile.
Ragionando su questa cosa vediamo come fare.
La depressione o male di vivere, è una condizione che porta a non avere più piacere nel fare le cose della vita. Ogni cosa che si fa diventa una sofferenza. Alzarsi alla mattina diventa una fatica. Non si prova più piacere. Il caffè mattutino non da più nessuna soddisfazione.
Questa è la depressione.
Non è vero che non si può guarire, perché come si è arrivati a questa condizione si può anche uscirne.
Quindi come fare?
Quello che ha portato alla depressione sono le esperienze negative della vita.
Avere amici che non sono veri amici per esempio. Circondarsi di persone negative. Ingiustizie. Cattiverie. Malvagità. Tutto quello che è male insomma può portare ad esperienze negative.
Per uscire da questa condizione occorre fare l'opposto. Cioè iniziare ad avere esperienze positive nella vita. Cominciando con l'individuare le cose negative e lasciarle andare per poi ricominciare con le cose positive.
La depressione può essere dovuta ad una carenza di esposizione alla luce. Se si lavora in un ambiente sotterraneo con poca luce, si finisce per avere un malessere.
Pertanto l'esposizione alla luce solare è importante.
Un modo potrebbe essere di alzarsi all'alba ed andare a letto al tramonto. Il ritmo scandito dal sole è sempre stato quello naturale per l'uomo.
Quindi alzarsi all'alba ed aprire le finestre facendo entrare la luce del sole, è un modo per iniziare bene la giornata. Questo dovrebbe generare una sorta di piacere mattutino.
Rimanere per qualche minuto a guardare fuori dalla finestra, facendo entrare l'aria fresca, provoca un certo piacere.
Fare una doccia fredda che rigenera l'organismo può essere quel trauma positivo che separa la notte dal giorno.
Poi si prepara la colazione possibilmente senza fretta, preparando il necessario per la colazione sul tavolo. La moka per il caffè. Un panino con la marmellata. Un bicchiere di latte. Tutto sulla tavola ben preparato. E poi ci si siede e con calma si assapora ogni momento della colazione.
Nel frattempo in questa calma si pianifica la giornata. Si lavano le tazzine e si pulisce la cucina. La cucina pulita porta una sensazione di benessere e soddisfazione.
E poi si inizia la giornata con le cose che si sono pianificate. Una per volta. Senza pensare a: ce la farò a portare a termine tutto nella giornata? Una cosa alla volta. Senza pensare al dopo. In questo modo si fanno tutte le cose una dopo l'altra ed al termine di ognuna si dice: questa cosa è fatta, adesso ne facciamo un'altra.
In questo modo si comincia a provare soddisfazione per le cose fatte. Se le cose vengono fatte una alla volta e bene si prova un senso di piacere e di soddisfazione che porta a proseguire la giornata con entusiasmo.
Questo è il modo per iniziare e proseguire bene la giornata, al cui termine si potrà dire a se stessi di aver trascorso la giornata con soddisfazione, pianificando le cose una alla volta senza l'ansia di dover per forza fare tutto in fretta, ma facendo le cose con la dovuta calma, e se una cosa non si riesce a fare in quel giorno si potrà fare benissimo il giorno dopo..

LA FORZA DI ATTRAZIONE DEL DIVANO:
Legato alla depressione è la noia, cioè quello stato emotivo che porta a non avere interessi ed obiettivi nella vita. Questa condizione porta a non fare niente, perché lo sforzo di fare qualcosa è insufficiente a smuovere l'inerzia.
Succede così che mancando obiettivi nella vita, si cerchi di non fare niente, e di starsene seduti sul divano, magari annoiandosi, ma senza pensare a cosa si potrebbe fare di utile nella vita. Cioè porsi degli obiettivi ed alzarsi dal divano, magari con lo smartphone in mano.
Succede così che si perda tempo a non fare niente, annoiandosi e cadendo in depressione.
L'antidoto alla depressione è sviluppare una passione, cioè una attività da svolgere con entusiasmo, che faccia volare il tempo.
Spesso succede invece che anche di vedere il lavoro come una fatica, e non come una attività, un obiettivo da raggiungere. Spesso l'obiettivo di un lavoratore è arrivare alle 5 della sera e finire la giornata per tornare a casa.
Questo non è vivere la vita, ma è sopravvivere. Nelle cose che si fanno occorre sempre farle con entusiasmo, ponendosi degli obiettivi da raggiungere. Possibilmente degli obiettivi positivi. Essere cattivi ed invidiosi e porsi come obiettivo rovinare la vita alle persone, finisce per rovinare la vita agli altri ma soprattutto a se stessi.
Obiettivi condivisi nel lavoro e una buona atmosfera lavorativa, rende la vita degna di essere vissuta ed entusiasmante. In questo caso la noia e la depressione svaniscono lasciando il posto alla passione ed all'entusiasmo di vivere una vita piena.
Purtroppo in un mondo dove genitori bulli educano figli bulli, cattivi, egoisti, non può essere un bel mondo in cui vivere, ma la parte buona della società, deve farsi valere ed educare i figli al rispetto, all'educazione, all'altruismo, che sicuramente porta ad un mondo molto migliore in cui vivere rispetto ad un mondo dove i potenti non fanno altro che parlare di guerre, corsa agli armamenti, e sopraffazione di uno stato su un altro, ben sapendo che questa è la via sbagliata da intraprendere per tutti..

ELIMINARE I SINTOMI O ELIMINARE LA MALATTIA?
Immaginate una automobile con una perdita di olio. Un Meccanico intelligente e dotato di buon senso cercherebbe la causa della perdita di olio, ed eliminerebbe la causa del problema alla radice.
In alternativa ogni mese fa un rabbocco con un litro di olio, cioè si eliminano i sintomi della malattia. Ma se si fa il rabbocco ogni mese, il meccanico ci guadagna ogni mese, ed il problema diventa cronico e non ha soluzione definitiva.
Quindi il meccanico onesto che sa individuare la causa del problema, trova la soluzione che risolve il problema alla radice per sempre, mentre il meccanico disonesto che non sa trovare la causa del problema, allevia i sintomi del problema, con un rabbocco di olio per tutta la vita, guadagnando ogni mese sulla pelle dell'automobilista.
Chi ha orecchie in tenda, gli altri invece all'addiaccio.