Ing Tiziano Salvagno
Grezzana - Verona - ITALY
Electronics Engineer



HOME



Chi sono:


Sono nato a Verona ed vivo a Grezzana, un piccolo Comune a 10 km a Nord di Verona, fin dalla nascita. Mi sono diplomato in Perito Elettronico all'ITIS G. Marconi di Verona, e successivamente ho proseguito gli studi ad Ingegneria Elettronica all'Università di Padova. Ho seguito un piano di studi personalizzato dove ho inserito insegnamenti di Elettronica, Telecomunicazioni ed Informatica, per avere una preparazione ad ampio spettro. A 14 anni ho ricevuto in regalo il mio primo Home Computer, il Philips VG8010, e non avendo molti giochi ho iniziato a programmare nel linguaggio Basic 1.0 della Microsoft.

Ho sempre avuto la passione per la programmazione, iniziando con il C ed il C++, che ho imparato nei primi corsi all'Università, insieme al Pascal ed al Fortran. Avuto in regalo il Compilatore Visual C++, ho iniziato a sviluppare programmi in Visual C++ con il libro di Jeff Prosize Visual C++ con MFC, ed ho iniziato a creare dei semplici programmi utili per la cooperativa nella quale ho lavorato fino al 2012, quando ha chiuso i battenti.

Dopo l'Università ho trovato un primo impiego in una Azienda di Impianti Industriali Alimentari, occupandomi di progettazione elettrica di quadri elettrici per gli impianti di Forni Industriali e di Rotative Per Biscotti, e successivamente imparando a programmare il PLC che governava l'impianto. Mi sono spremuto per 5 anni, poi complice un episodio accaduto in Francia durante una trasferta ed i rapporti idilliaci che c'erano con i colleghi di lavoro, ho cambiato attività passando ad una attività più leggera di addetto al front-office in una cooperativa sociale, che si occupava di attività in cui erano impiegati lavoratori cosiddetti svantaggiati. Un modo fine di dire disabili mentali. Cioè persone perfettamente normali con una testa, due braccia e due gambe come tutti, ma che dobbiamo per forza classificare come diversi, perché non sanno dimostrare la congettura di Riemann, come se tutti gli altri esseri umani appartenenti alla categoria dei "normali" fossero tutti uguali.

Durante il lavoro nella cooperativa, anche se svolgevo lavori di segreteria per i corsi per Operatore Socio Sanitario, non mi sono dimenticato di saper programmare, ed ho iniziato a creare programmi utili per il lavoro di ufficio, dapprima con Microsoft Access, e poi in Visual C++ con la libreria MFC. Ho imparato a creare siti web con il semplice linguaggio HTML, e poi in PHP ed ho creato il sito web della cooperativa. Ho poi creato un mio sito web nel quale ho pubblicato i programmi che avevo creato per la cooperativa. La cooperativa ha chiuso nel 2012, ed ho trovato un lavoro a progetto in una software house, dove ho imparato grazie ai colleghi a programmare in ASP.NET ed in C# e Visual Studio 2012. Per un anno e mezzo ho lavorato per la software house fino al termine del progetto software per B2B.

Da allora ho sempre continuato a sviluppare applicativi con Visual C++ e con Visual Studio 2012 con C# e .NET Framework. Sia continuando a creare applicativi semplici da ufficio, e sia collaborando con un Agente Siemens realizzando il software per la creazione automatica di offerte commerciali per i clienti Siemens. Sviluppando il software e testandolo ho continuato a migliorare l'esperienza di programmazione, raggiungendo un livello accettabile, anche che non avendo avuto basi di Informatica, non posso pretendere di creare un software complesso come AutoCad 3000.

La programmazione e l'uso del PC è una passione più che un lavoro, ma non avendo avuto la possibilità di lavorare in software house, ma principalmente da autodidatta, non ho potuto raggiungere livelli elevati di programmazione, a cui piano piano ambisco. Mi sono dedicato anche a dei progetti di PLC Siemens e supervisione HMI per piattaforme per piscine, i cui clienti erano principalmente dell'est europa, che a causa della guerra Russia-Ucraina, hanno dovuto sospendere l'attività.

Adesso sto pensando a cosa fare da grande, perché a 55 anni quasi la pensione non la otterrò mai, dato che i contributi versati a causa dello spezzettamento della carriera sono pochi. Pertanto valuto delle proposte di lavoro come Partita IVA, nell'ambito dell'attività che ho svolto finora. Alla mia età con un piede alla pensione difficilmente le aziende investono su persone senior da formare, pertanto occorre avere il piano B, e dedicarsi anche ad attività, per le quali non serve una particolare specializzazione o formazione specifica. Nel frattempo continuo a leggere ebook ed a programmare realizzando dei progetti che mi ispirano e che con determinazione porto a termine, cercando di trovare la via per raggiungere gli obiettivi. Per esempio volevo creare un programma che possa recuperare il valore della temperatura da un display di un termometro digitale usando l'immagine della WebCam. Partendo da zero, sono riuscito a raggiungere l'obiettivo. In genere quando mi pongo un obiettivo da raggiungere mi viene un entusiasmo ed una determinazione che mi fanno svegliare di notte per realizzare l'idea che ho avuto, e non riesco a dormire finché non realizzo una soluzione soddisfacente. Dall'alto della mia esperienza di vita, mi sento di dare dei consigli, per evitare i miei errori:

1. Considerate il lavoro solo lavoro, e non cercate amici o fidanzati tra colleghi o colleghe di lavoro. Non appena cambierete lavoro, si dimenticheranno di voi.

2. Fate un lavoro che vi piace.

3. Preoccupatevi solo di andare in Paradiso dopo questa vita. Tutti gli altri problemi, i soldi, la carriera, la bella casa, sono tutti obiettivi effimeri.

4. Prendete voi le decisioni che riguardano la vostra vita. Una decisione presa da altri può rovinarvi la vita.

5. Voi siete gli unici artefici del vostro destino. A meno che qualcuno per invidia decida come suo obiettivo di rovinarvi la vita.

6. Studiate sempre per voi stessi e per la vostra cultura personale.

7. Se studiate per gli altri diventerete schiavi di qualcuno che vi sfrutterà per le vostre conoscenze, e vi considererà incompetenti per quello che non sapete ancora fare.

8. Non badate a quello che pensano gli altri di voi. Pensate solo a diventare migliori giorno dopo giorno.

9. Ponetevi degli obiettivi, uno alla volta e realizzatelo. Non disperdete energie in 1000 obiettivi, senza portarne a termine nessuno.

Come ultima considerazione: La ricchezza è uno strumento per vivere, ma la salute vale molto di più, pertanto non fumate, non bevete eccessivamente, non drogatevi, non assumete farmaci o psicofarmaci, che sono come droghe, e siate sempre nel pieno delle vostre facoltà mentali pensando con la vostra testa e non badate a quello che pensano gli altri di voi. Penseranno sempre male per invidia. Vivete la vostra vita fino in fondo. Siamo qui per questo. Per viverla al meglio.


1 visite di oggi